Informazioni generali

 

Nome ufficiale del paese:
Repubblica di Bosnia-Erzegovina. 

Sigla nazione:
BiH.

Origine del nome: 
Bosnia deriva dall'omonimo fiume che scorre attraverso il paese; Hercegovina dalla parola herceg (duca) che governava la parte a sud della regione fino alla conquista dei Turchi, nel 15° secolo.
E' l’imperatore bizantino Costantino Porfirogenito, nel X secolo, il primo a menzionare la Bosnia in un’opera.
Nel suo "De administrando imperio" la definisce "piccolo territorio" (horion bosona).

Costituzione dello stato.

La Bosnia ed Erzegovina è uno stato dei Balcani occidentali, fino al 1992 parte della Jugoslavia. La sua capitale è Sarajevo.

La Bosnia Erzegovina (BiH) è una repubblica parlamentare federale composta da due entità: la Federazione di Bosnia ed Erzegovina (FBiH, anche detta semplicemente Federacja) che comprende il 51% del territorio, a sua volta suddiviso in dieci cantoni; e la Republika Srpska (RS) 49% del territorio, senza cantoni. C'è poi il distretto autonomo di Brcko. Ad entrambe le entità è concessa libera giurisdizione ed amministrazione sulla maggior parte delle questioni, restando entrambe inquadrate nella comune cornice statale che ha competenza esclusiva su ristretti ambiti, quali la sovranità monetaria e la difesa. 
La presidenza 

La presidenza è tripartita, e secondo il principio primus inter pares è presieduta a rotazione tra i suoi componenti: un serbo, eletto in Srpska, e un croato e un bosgnacco eletti in Federazione. Ha perlopiù funzioni rappresentative e di coordinamento delle politiche estere statali, nonché di nomina del Presidente del Consiglio dei Ministri, su approvazione della Camera dei Rappresentanti.
L'Assemblea della BiH 

La BiH ha un proprio parlamento comune alle due entità detto Assemblea. L'Assemblea della BiH si compone di due camere: la Camera dei Rappresentanti, con 42 membri eletti per due terzi in Federazione ed un terzo in Srpska; e la Camera dei Popoli, con 15 membri: 5 bosgnacchi e 5 croati eletti in Federazione, e 5 serbi eletti in Srpska.
I parlamenti delle due entità 

La FBiH ha dieci cantoni, ognuno con proprie istituzioni locali, e ha un proprio parlamento bicamerale composto da una Camera dei rappresentanti (140 membri), e da una Camera dei popoli (65 membri, cioè 17 per ogni nazionalità, eletti dalla Camera dei rappresentanti). La Repubblica Srpska ha un parlamento monocamerale con 83 membri. Ha una forma semi-presidenziale, per cui è il presidente (eletto a suffragio universale) che nomina il primo ministro. 

 

La Bosnia ed Erzegovina ha un punteggio di 5.24 su 10 nel Democracy Index, qualificandosi come "regime ibrido".

 

 

Popolazione:

4,067 milioni di abitanti 

Densità :
79,7 ab. / kmq.

Capitale:
SARAJEVO (390.000 abitanti).

Moneta:
La valuta nazionale é il marco convertibile (KM) introdotto nel 1998.
Dal 01/01/02, il cambio é collegato all’Euro (1 km = 0,51129 Euro).

 

Bandiera:

La nuova bandiera, dai colori giallo e blu divisi da una striscia di stelle bianche, è stata approvata nel 1998.
Il blu e le stelle simboleggiano l’Europa; il giallo la speranza. Il triangolo rappresenta i tre gruppi etnici del paese: croati, musulmani e serbi.

 

Città principali:

Banja Luka (220.000); Bihac (71.000); Mostar (210.000); Tuzla (170.000 ) ; Zenica (96.000).
N.B.: L’ultimo censimento risale al 1991; per questa ragione i dati relativi alla popolazione sono imprecisi.

Dati Geografici:
Superficie  51.129 kmq; Confini 1.459 km; costa 24 km.

Paesi confinanti:
Croazia 932 km; Serbia e Montenegro 527 km (312 km con Serbia, 215 km con Montenegro).

Altitudini:
Punto più basso: mare Adriatico (0 m); più alto: monte Maglic (2,386 m).

Divisione amministrativa:
3 unità territoriali. Federazione della BiH (51%); Republika Srpska (49%); Distretto di Brcko.
La Federazione é suddivisa in 10 Cantoni, divisi a loro volta in Municipalità; la Republika Srpska in Regioni che si suddividono in Municipalità.

Religioni:
Musulmana (47%), Ortodossa (36,9%), Cattolica (15%), altre (1,1,%).

Lingue ufficiali:
Bosniaco nella parte musulmana della Federazione; Croato in quella controllata dalla Croazia e Serbo nella Republika Srpska

 

Alfabeto:
L'alfabeto serbo-croato ha trenta lettere.
La pronuncia è abbastanza semplice perché solo poche consonanti hanno un suono diverso da quello italiano.
Nella Federazione si utilizza l’alfabeto latino; nella Republika Srpska caratteri cirillici.
Questi i caratteri latini e la loro corrispondenza con la lingua italiana:
a (a) ; b (b) ; c (z) ; c (c dolce ) ; c (c molto dolce) ; d (d) ; dz (g dolce) ; d (g dolce) ; e (e) ; f (f) ; g (g duro) ; h (h aspirata) ; i ; j (i lungo) ; k (c duro) ; l (l) ; lj (gl dolce) ; m (m) ; n (n) ; nj (gn) ; o (o) ; p (p) ; r (r) ; s (s) ; š (sc) ; t (t) ; u (u) ; v (v) ; z (s sorda) ; ž (j francese).

 

Codice bancario internazionale per il marco convertibile (Codice ISO): 
BAM

Code (ISO CODE s BAM. The numeric code is 977.1 KM :
1 DM : 0,51EURO.

 

Codice Internet di identificazione:
.ba

Fuso orario da Greenwich:
+ 1 - stessa ora del Meridiano rispetto all’Italia

Clima:

Clima più mite in Erzegovina: a Mostar la temperatura media annua si aggira sui 15°, d’inverno generalmente supera i 5° e i 24° d’estate.
Previsioni del tempo: http://www.pbsbih.ba/

Risorse naturali:
Il legname rappresenta una delle principali risorse naturali della Bosnia-Erzegovina. Oltre il 40% del territorio é infatti coperto da boschi e foreste. Il faggio è l'essenza più diffusa, seguono abete bianco e rosso, quercia, pino, ciliegio e castagno. Altre importanti risorse naturali sono rappresentate dai minerali estraibili quali carbone, ferro, bauxite, antimonio, manganese, argento e sale. Grazie all'abbondanza dei fiumi che scorrono sul suo territorio, il Paese é in grado di provvedere al proprio fabbisogno interno di energia per oltre il 38,5%. L’agricoltura genera il 9% del PIL occupando circa il 19,8% della popolazione attiva. Anche l'allevamento del bestiame (ovino, bovino, suino ed equino), nonché di pesci di acqua dolce, costituisce un'importante risorsa economica.

Economia :
Principali settori industriali: produzione e lavorazione legname; agroalimentare (frutta e verdura; latte e derivati; carni; prodotti da forno; erbe e piante medicinali; pesci d'acqua dolce); tessile-calzaturiero; industria metallurgica e lavorazione dei metalli.D
 

Documentazione necessaria per l’espatrio:
Carta d’identità valida per l’espatrio e carta verde per chi viaggia in auto.
Il visto d’ingresso è richiesto solo per soggiorni superiori a tre mesi. I turisti sono tenuti a registrarsi presso la polizia locale. Hotel ed agenzie lo fanno direttamente mentre chi alloggia in abitazioni private deve provvedere personalmente.

Copertura sanitaria:
Non esiste una convenzione Italia / Bosnia sulle assicurazioni sociali.
E’ quindi consigliato provvedere ad una forma di assicurazione sanitaria personale per il periodo del viaggio.

Festività :
  Nazionali:

1 e 2 gennaio (Inizio anno nuovo); 9 gennaio (Festa della Repubblica - Republika Srpska); 1 marzo (Giorno dell'Indipendenza); 1 maggio (Festa dei Lavoratori); 25 novembre (Festa della Repubblica - Federazione)

  Cattoliche:

Pasqua; 15 agosto (Ferragosto); 1 novembre (Ognissanti); 25 dicembre (Natale).

  Ortodosse:
7 gennaio (nascita di Cristo); 14 gennaio (nuovo anno); Pasqua.

  Mussulmane:

1° giorno del Ramadam; Kurban Bairam; nuovo anno musulmano ; Ramadam Bairam.

N.B.: Le festività musulmane sono lunari pertanto le date variano ogni anno.